Il progetto TEMOTEC nasce con l’obiettivo di promuovere attività di ricerca e sviluppo precompetitivo al fine di definire e sperimentare modelli e tecnologie per la tutela e la salvaguardia degli “Ecosistemi Culturali”.

Esso mira ad ottenere degli strumenti ed un framework di riferimento basato su metodologie, tecniche e servizi innovativi, che vanno incontro alle principali esigenze sia del mercato del monitoraggio-ambientale che del mercato della conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali.

 

In particolare, le principali linee di ricerca riguardano: 

  • La rappresentazione e gestione della conoscenza relativa agli ecosistemi culturali, al fine di definire nuove metodologie per la valorizzazione, tutela e conservazione dei beni culturali.
  • La rappresentazione delle informazioni in formati adatti sia all’elaborazione con modelli evolutivi/previsionali ma anche alla immediata renderizzazione/pubblicazione in formati efficaci alla fruizione interattiva su dispositivi/Media di ultima generazione.
  • Un sistema di Monitoraggio degli eventi Real-Time (es. Evento Idrogeologico) e di Pianificazione di breve e lungo termine (es. Intervento di Restauro di un bene artistico).
  • L’introduzione di tecnologie di acquisizione e condivisione delle informazioni indipendenti dal dato trattato.
  • L’Integrazione di Dati e Risorse di natura eterogenea tramite Text e Data Mining, Rappresentazione della conoscenza e Ragionamento Automatico, Workflow Management, Image Processing.

Il Laboratorio intende perseguire l’ottimizzazione e l’integrazione di tecnologie già consolidate nel mondo della raccolta e diffusione di Video su IP (Media Content Management System e Digital Asset Management, CMS/DAM) con tecnologie innovative di misura, rappresentazione, movimentazione e modellazione delle informazioni e della conoscenza applicabili all’ambito del monitoraggio ambientale e dei beni culturali.

 Il progetto intende porsi come azione di integrazione di nuovi servizi, infrastrutture e tecnologie con i processi esistenti, utilizzando tutte le informazioni che sul campo sono disponibili, provvedendo ad un’analisi strumentale critica per perfezionare e migliorare il ciclo di qualità e di sicurezza in termini globali.

Tra gli aspetti innovativi a valore aggiunto del progetto TEMOTEC, sono da considerarsi i modelli adattivi che partendo dalla conoscenza dei dati territoriali, in parte disponibili e in parte da acquisire con opportuna strumentazione, e del contesto in cui il bene e collocato, siano in grado di:

  • predire, simulare e monitorare gli spostamenti del terreno sul quale insistono strutture di grande valore artistico e culturale al fine di identificare tempestivamente l’insorgere di possibili criticità,

"Integrazione dati satellitari - remote sensing - fotogrammetria e geomatica a fini descrittivi dei siti archeologici"

 

  • anticipare le valutazioni di contesto atte alla individuazione delle azioni di prevenzione e mitigazione dei rischi per favorire la corretta conservazione del bene interessato,

  • individuare quali variabili e quali caratteristiche del territorio possano pilotare le dinamiche utili sia alla prevenzione che alla valorizzazione del bene interessato,

  • prevedere comportamenti e dinamiche che potrebbero compromettere l’integrità di un bene umano o naturale,

"Integrazione tra dati satellitari - remote sensing -structure for motion e geomatica ai fini dell'analisi strutturale non invasiva del patrimonio culturale"

 

  • simulare scenari operativi possibili che evidenzino la possibile evoluzione delle dinamiche che interessano il bene e permettano di comprendere “cosa accadrebbe se …”

  • attivare, monitorare e catalogare gli interventi di restauro